Normalità, sicur*? 11 cose che ci siamo persi e che…

Quando tutto questo sarà finito, Quando torneremo ad abbracciarci, Un caffè una cena una pizza a casa, quel weekend lì che mi avevi promesso, la vacanza che avevi sempre promesso. Gli impegni presi prima e rimandati; gli appuntamenti tenuti in sospeso; e quella voglia matta di ritornare alla vita di prima, di quando eravamo felicemente … Continua a leggere Normalità, sicur*? 11 cose che ci siamo persi e che…

Caro Inno, ti scrivo: Mameli chissà che penserà

E così, l’Apocalisse sportiva si è compiuta. Oggi non si parla d’altro, e anche domani e dopo: non basterà forse un inverno e una primavera per cancellare l’onta di un disastro che un popolo calciomane come il nostro pensava di non dover più vivere. Ieri a San Siro si è fatta la storia. E circolano … Continua a leggere Caro Inno, ti scrivo: Mameli chissà che penserà

Auguri, Baggio: eroe, cavaliere, poeta del pallone

Trovare delle metafore che servano a ridarci slancio è un esercizio più che legittimo, nella vita di tutti i giorni. Se poi quelle metafore prendono le sembianze, carne e ossa e legamenti, degli Eroi, ecco che allora ci si avvicina alla Poesia. E a volte la Poesia può anche vestire una casacca e due scarpini, … Continua a leggere Auguri, Baggio: eroe, cavaliere, poeta del pallone

La città Grigia che col calcio si riscuote: un’utopia di provincia

Davide ha battuto Golia: la storia ogni tanto si ripete anche nel calcio, sempre più divenuto miniera di metafore per la vita di tutti i giorni in un mondo globalizzato da notiziari e Tv sportivi. L’Alessandria ha battuto il Genoa, notizia di martedì ma che ha lasciato strascichi d’euforia che saranno duraturi: entusiasmo alle stelle, … Continua a leggere La città Grigia che col calcio si riscuote: un’utopia di provincia

Il sacco di Roma e la Barcaccia ferita: gli hooligans fanno schifo

Barbari. Stronzi. Bastardi. A volte il turpiloquio è inevitabile; non si può pensare di commentare sempre ricorrendo al linguaggio misurato e aristocratico del politically correct. Perché di ‘correct’, ieri a Roma, non c’è stato letteralmente niente. I disordini scoppiati in centro, da Campo de’ Fiori alle vie dello shopping, e culminati con lo sfregio – … Continua a leggere Il sacco di Roma e la Barcaccia ferita: gli hooligans fanno schifo