Su Un posto di vacanza di Vittorio Sereni: lo scriba che da una riva si guarda

Una riscoperta, fatta in limine alla stagione delle grandi letture: ho recuperato Vittorio Sereni, il suo Posto di vacanza scoprendoci dentro ben più dell’occasione estiva che sembra averlo fatto nascere. È stato anche un mezzo, lo ammetto, per ricordare i bei tempi dell’università, di quando mi sono affacciato davanti al mare magnum di porti sepolti, … Continua a leggere Su Un posto di vacanza di Vittorio Sereni: lo scriba che da una riva si guarda

Scusi, una bomba al petrolio… tra infamia e inciviltà

Ho preferito far passare qualche giorno dal referendum. Tanta la rabbia, tanta l’indignazione per quel 30% e spicci che ha confermato l’attitudine italiana alla non-partecipazione elettorale. Se poi ci si sofferma sui dati del territorio, la provincia di Frosinone ha fatto pure peggio: 26,20%. Ceccano – ma ce n’era bisogno? – ha fatto registrare un … Continua a leggere Scusi, una bomba al petrolio… tra infamia e inciviltà

Referendum: un viaggio “elettorale” per dire no allo scempio

Dire no passando da un sì chiaro, netto, imprescindibile. Sperando che quella di oggi non sia un’occasione persa. Al di là di tutti i facili proclami e l’indifferenza complottista, oggi SI deve votare. Con i ragazzi delle mie quinte sono stato martellante nei giorni scorsi: votate quel che volete, ma votate, votate, votate. Fra l'altro … Continua a leggere Referendum: un viaggio “elettorale” per dire no allo scempio

Perché tutto questo?

Perché un blog, innanzitutto? Sia chiaro, era un'idea che avevo in mente già da tempo; un progetto più volte rimandato a causa delle solite contingenze della vita, ma che ora ho deciso di riprendere con un certo impegno. D'altro canto, Tristàn (o Trìstan) e la sua lente sono un'operazione resa necessaria dai tempi; sono per meglio … Continua a leggere Perché tutto questo?