Ciao, amico Schioppo

Come un cavallo l'acqua frinisce in gocce, gorgogli, splendidi mugghi. C'è in ogni foglia marcia, nell'umida ombra di questo posto, nelle pozze Rivoli e mulinelli di piccola amazzonia, la traccia d'un martin volato altrove, Oltre quest'olmo che ora è più solo Del sole che muore sul grattacielo.

Walden di H.D. Thoreau: la lezione selvaggia che potrà salvarci

Saranno stati il professor Keating, Peter Weir e L’attimo fuggente: un po’ ne sono convinto. È colpa loro, se mi è giunto il pretesto di leggere Walden o vita nei boschi, il monumento di Henry David Thoreau (1854; ed. 2019 Giunti/Bompiani, trad. di Massimo Bocchiola). E di leggerlo per di più durante la quarantena, quando … Continua a leggere Walden di H.D. Thoreau: la lezione selvaggia che potrà salvarci

Un Lelius de-amicitia: i sassi, i compagni, la fine di un anno

Finire l’anno con un funerale. Dalla messa al cimitero, la preghiera e la tumulazione, il silenzio e un’altra mutilazione nel cuore. Anche quando muore una qualche lontana zia, si rimane così, freddi e impassibili e a sguardo basso. Senz’alcun cerimoniale, senza alcuna diffidenza da mostrare. Nudi come vermi sociali in mezzo a tanti vermi. Le … Continua a leggere Un Lelius de-amicitia: i sassi, i compagni, la fine di un anno