A scuola di luglio? Quant’è bello pappagallare

Ripartiamo dalle basi. Sono un docente, non faccio semplicemente il docente. Sono e non faccio, anche se oggi si tende a valorizzare di più il saper fare che il saper essere. Aspetta, aspetta, aspetta: dov’è che l’hai già sentita questa? Ma sì, a scuola. La didattica delle competenze, ricordi? Va be’, sorvoliamo, prima che parta … Continua a leggere A scuola di luglio? Quant’è bello pappagallare

Normalità, sicur*? 11 cose che ci siamo persi e che…

Quando tutto questo sarà finito, Quando torneremo ad abbracciarci, Un caffè una cena una pizza a casa, quel weekend lì che mi avevi promesso, la vacanza che avevi sempre promesso. Gli impegni presi prima e rimandati; gli appuntamenti tenuti in sospeso; e quella voglia matta di ritornare alla vita di prima, di quando eravamo felicemente … Continua a leggere Normalità, sicur*? 11 cose che ci siamo persi e che…

Quella lisca di sardina che a tanti non va giù

Avanti Sardine, alla riscossa: qualcuno ha probabilmente frainteso la natura a-partitica del neonato movimento civile delle Sardine che, nato per togliere credito alla Lega di Salvini e al sovranismo danzante, ha deciso di scendere in piazza per rivendicare il suo no. Qualcuno però, sulla stampa nazionale e locale, continua ad affossare da giorni, con chiacchiere … Continua a leggere Quella lisca di sardina che a tanti non va giù

Venezia-Matera: politica, dichiàrati fallita e annega

Già da diversi giorni, a ogni Ansa che apro, a ogni social che frequento, a ogni tv che accendo, c’è quell’immagine emblematica che – per i disfattisti perenni – annuncia un’apocalisse: piazza San Marco sott’acqua. E, siccome viviamo nell’epoca del turismo e dell’idiozia di massa, qualche turista avrà trovato la scena ancora più cool: un … Continua a leggere Venezia-Matera: politica, dichiàrati fallita e annega

Giallo, Rousseau & Verdone: un delirio a colori

Una volta c’era la politica in bianco e nero: su giornali e foto d’epoca, gli Andreotti, i Moro, i Fanfani, i Togliatti e i De Gasperi andando più dietro, comparivano sempre solo in bianco e nero. Poi è arrivato il Technicolor e la politica italiana è esplosa in tutti i colori dell’arcobaleno – non solo … Continua a leggere Giallo, Rousseau & Verdone: un delirio a colori

Sea Watch: chi urla a sinistra non è senza peccato

L’arrivo della Sea Watch 3 ha scatenato uno spettacolo indecoroso. La pseudo-opinione pubblica italiana - capitanata dai cosiddetti rappresentanti politici, tanto attiva sui social quanto esistente a tratti nella quotidianità civica, si è letteralmente spaccata in due tronconi. E visto che in Italia si continua ancora a ragionare con le vecchie ideologie politiche destra vs. … Continua a leggere Sea Watch: chi urla a sinistra non è senza peccato

L’antico ha un profondo sapore: intervista a Renzo Scasseddu

L’antico ha un profondo sapore. Titolo alternativo: di greco, latino e altre “sciocchezze”. Anche stavolta il Maestrone Guccini può essere preso in prestito per suggellare l’articolo che segue: un’intervista, in punta di piedi, a un etimologo chiamato Renzo Scasseddu. Ogni volta che pronuncia una parola emblematica, ne snocciola la sua radice linguistica, la fa diventare … Continua a leggere L’antico ha un profondo sapore: intervista a Renzo Scasseddu

La “sostituzione etnica”: istruzioni per uno spot di destra

Cerchi una valida alternativa alla “sostituzione etnica”? Vuoi un considerevole “sostegno alle famiglie italiane”? Allora sì, sei nel posto giusto: votaci e fai votare il nostro partito! Per te in regalo subito una scopa elettrica tricolore, un tagliere uso pasta all’uovo con incise le frasi proverbiali del ventennio (eh, quando… C’ERA LVI) e il libriccino … Continua a leggere La “sostituzione etnica”: istruzioni per uno spot di destra

Caro Inno, ti scrivo: Mameli chissà che penserà

E così, l’Apocalisse sportiva si è compiuta. Oggi non si parla d’altro, e anche domani e dopo: non basterà forse un inverno e una primavera per cancellare l’onta di un disastro che un popolo calciomane come il nostro pensava di non dover più vivere. Ieri a San Siro si è fatta la storia. E circolano … Continua a leggere Caro Inno, ti scrivo: Mameli chissà che penserà