Popolare o populista? Il guaio del pop e dei cattivi maestri

Nel deserto autoreferenziale del dibattito italiano è ovviamente passato sottotraccia il pamphlet di Patrizia Valduga, pubblicato da Il Fatto Quotidiano lo scorso 8 agosto. La nota poetessa contemporanea si è scagliata contro la confusione ormai pervasiva fra letteratura grande e letteratura d’intrattenimento, discorso allargabile anche alla musica, al cinema e all’arte in genere. Con ironia … Continua a leggere Popolare o populista? Il guaio del pop e dei cattivi maestri

Ecco, e ora? Chi grida alla storia, chi al disastro: e l’Europa è nuda

Ecco, ora cosa ne sarà dell’Unione Europea? Cosa ne sarà dell’Europa (quella unita, perché ancora qualcuno ne sta fuori) dopo la Brexit? Cosa ne sarà di noi, che ci credevamo cittadini tutti uniti di un Vecchio Continente che, dal secondo Novecento in poi, dalla decolonizzazione in poi, non è più stato lo stesso? Ci sono … Continua a leggere Ecco, e ora? Chi grida alla storia, chi al disastro: e l’Europa è nuda

Se questa è Europa: un filo spinato contro ogni dignità

Muro Ungheria

Non è un’emergenza, e neppure una catastrofe. È un esodo – consideratelo pure di proporzioni bibliche, come ce ne sono stati tanti nella storia dell'umanità (perché la storia dell'umanità è, volenti o nolenti, una storia di migrazioni), ma è un fenomeno che non si spegnerà fra pochi giorni: e come risponde qualcuno in Europa? Con … Continua a leggere Se questa è Europa: un filo spinato contro ogni dignità