Venezia-Matera: politica, dichiàrati fallita e annega

Già da diversi giorni, a ogni Ansa che apro, a ogni social che frequento, a ogni tv che accendo, c’è quell’immagine emblematica che – per i disfattisti perenni – annuncia un’apocalisse: piazza San Marco sott’acqua. E, siccome viviamo nell’epoca del turismo e dell’idiozia di massa, qualche turista avrà trovato la scena ancora più cool: un … Continua a leggere Venezia-Matera: politica, dichiàrati fallita e annega

Scusi, una bomba al petrolio… tra infamia e inciviltà

Ho preferito far passare qualche giorno dal referendum. Tanta la rabbia, tanta l’indignazione per quel 30% e spicci che ha confermato l’attitudine italiana alla non-partecipazione elettorale. Se poi ci si sofferma sui dati del territorio, la provincia di Frosinone ha fatto pure peggio: 26,20%. Ceccano – ma ce n’era bisogno? – ha fatto registrare un … Continua a leggere Scusi, una bomba al petrolio… tra infamia e inciviltà

Qual-Cosa è rinato in Ciociaria: lo Schioppo e l’entusiasmo di chi vuole vivere qui

lo_schioppo_frosinone

Ieri sera sono stato alla Cascata dello Schioppo, un muraglione sul Cosa (ri)scoperto da qualche anno sotto Frosinone. Un luogo strappato all’incuria e al cosiddetto progresso – quello portato da cemento e asfalto – che è tornato a vivere grazie al coraggio di alcuni cittadini. Un coraggio, si badi bene, che è visionario. Come un … Continua a leggere Qual-Cosa è rinato in Ciociaria: lo Schioppo e l’entusiasmo di chi vuole vivere qui

La Mal’aria a Ceccano e dintorni: un’epidemia trascurata

Chiamatelo smog, chiamatela nebbia chimica: eppure Mal’Aria è sempre tra di noi, uno dei mali che affligge la nostra terra, tra il silenzio delle istituzioni e l’indifferenza di noi cittadini. È quel mix di PM10 e PM2.5 che ogni giorno respiriamo, in città come in campagna, prodotto da un traffico incontrollato e spaventoso e sparso dalle … Continua a leggere La Mal’aria a Ceccano e dintorni: un’epidemia trascurata

Ex Mediateca, un mistero ancora irrisolto

Pre-scriptum: la pubblicazione di quest'articolo, comparso ieri sul giornale, è obbligatoria. Nella fase di correzione e taglio del testo, qualche buontempone si è divertito a cambiare una cifra scritta a chiare lettere - 7mila - in 7.000.000 (sic, sette milioni), dando luogo a un ingrato e ingiustificabile fraintendimento. Questo post si presume quindi di rettificare il … Continua a leggere Ex Mediateca, un mistero ancora irrisolto