Da questo campo azzurro

Da questo campo azzurro, la luce filtrata, un campo lungo arato a specchio di incertezze a strappi, carezzando la luce la paura ce lo conferma: siamo principianti che desiderano il nuovo inizio Per scongiurare ogni possibile fine. La rosa cade, passano gli aerei e noi rimaniamo a principiare i discorsi, le catene seriali di messaggi, … Continua a leggere Da questo campo azzurro

La poesia che ferma il deserto: intervista a Ivan Crico

Le ragioni di un incontro Sarò sincero sin da subito dicendo com'è nata questa intervista: a caso, del tutto casualmente, e per via di Internet. Sì, perché non saprei dire il momento esatto in cui ho stretto un'amicizia virtuale con Ivan Crico, artista e poeta nato a Pieris nel 1968, da sempre vissuto nel Goriziano … Continua a leggere La poesia che ferma il deserto: intervista a Ivan Crico

Boom: siamo su Pordenonelegge.it!

Visto che Facebook è ormai diventata la vetrina personale in cui vantarsi di tutto, dai viaggi alle lauree, dai primi baci all'ultimo capello alla moda, financo dei propri brufoli e delle proprie bagnarole in cui mettere a mollo i piedi, lo utilizzo temporaneamente per vantarmi di una cosa che ritengo alquanto importante, e forse un … Continua a leggere Boom: siamo su Pordenonelegge.it!

A scuola di luglio? Quant’è bello pappagallare

Ripartiamo dalle basi. Sono un docente, non faccio semplicemente il docente. Sono e non faccio, anche se oggi si tende a valorizzare di più il saper fare che il saper essere. Aspetta, aspetta, aspetta: dov’è che l’hai già sentita questa? Ma sì, a scuola. La didattica delle competenze, ricordi? Va be’, sorvoliamo, prima che parta … Continua a leggere A scuola di luglio? Quant’è bello pappagallare

La strada di Cormac Mc Carthy: cronaca di un’umana apocalisse

Inquieto d'angoscia, essenziale fino alla brutalità, postapocalittico e dis-umano: La strada di Cormac Mc Carthy non è certo un libro bello perché parla del bello, visto che a dominarlo è il grigio della cenere e il fumo di un incendio globale mai sopito che ha raso al suolo ogni forma di civiltà, ma è senz’altro … Continua a leggere La strada di Cormac Mc Carthy: cronaca di un’umana apocalisse

Fiumi di un’epoca

Anche in giorni di pioggia - specie in giorni di pioggia - si può (ri)trovare uno smarrito senso. In fondo, è tutto a portata di mano, per capire e capirsi: la natura è un immenso libro che va, esclusivamente, letto Ripensandoci bene in effettii fiumi scandiscono una vita Fanno giri infinitimulinelli e nidi di airone,fili … Continua a leggere Fiumi di un’epoca

DaD-lirio, no grazie: la scuola è un’alta cosa/1

Alzi la mano, chi ha soluzioni da proporre, per la scuola che sarà domani. Io non ne ho; al massimo avanzo l’ennesima aporia contro quell’aberrante esperienza che è – è stata e sarà ancora, a quanto pare – la Didattica a Distanza. Perché di certezze al tempo del Covid-19, anche a noi docenti, ne restano … Continua a leggere DaD-lirio, no grazie: la scuola è un’alta cosa/1

Ottembre

La bellezza d'ottobre è questo tempo che scade e che sgranatempo disfatto, ingiallito, approssimato:aspetta che cada una foglia di pioggia, la grigia buriana da est, il gelatocalore di accesi camini che sommano le storie campestri, i raccolti memorabili fatti anni prima in un campo della contrada. Da questi concistori di anzianiqualcuno aggiorna il vocabolario: si … Continua a leggere Ottembre